News

Detrazione fiscale 2011

Proroga fino al 31 dicembre 2011 del bonus fiscale per la riqualificazione energetica degli edifici.


Piano Casa

Sono 4.384.000 le famiglie italiane che stanno utilizzando o pensano di utilizzare il ‘Piano Casa’ per interventi di ristrutturazione e ampliamento della propria abitazione.


Il ritorno del Nucleare

Approvata la moratoria sul nucleare, tenuto conto che, nelle attuali circostanze, la Comunità Europea intende sottoporre a scrupolose verifiche le centrali nucleari in funzione.


Certificazione Energetica

L'aumento della spesa per l'approvvigionamento energetico e la crescente consapevolezza del pesante impatto sull'ambiente delle politiche energetiche adottate fino ad ora, ha sollecitato l'attenzione riguardo al contenimento dei consumi energetici e all'utilizzo di fonti rinnovabili. In particolare si è focalizzata l'attenzione sulle prestazioni energetiche degli edifici, residenziali e del settore terziario, portando l'Unione Europea ad emanare una Direttiva Europea 2002/91/CE relativa al "Rendimento energetico degli edifici", con lo scopo di affrontare in modo globale il contenimento dei consumi energetici.

La certificazione energetica, redatta da un "certificatore energetico" o un organismo preposto, ha la funzione di attestare la prestazione e le caratteristiche energetiche di un edificio, in modo da consentire al cittadino una valutazione di confronto di tali caratteristiche rispetto ai valori di riferimento previsti dalla legge, unitamente ad eventuali suggerimenti per il miglioramento della resa energetica dell’edificio. In tal modo si tenta di valorizzare sul mercato gli immobili con migliori performance.

La certificazione energetica degli edifici è obbligatoria per tutte le categorie di edifici, secondo la seguente scadenza temporale e nei seguenti casi:

- dal 1° settembre 2007:

  • edifici di nuova costruzione, interventi di demolizione e ricostruzione in ristrutturazione, ristrutturazioni edilizie superiori al 25 %, recupero dei sottotetti a fini abitativi e ampliamenti volumetrici superiori al 20%;

  • per tutti gli edifici, nel caso di trasferimento a titolo oneroso dell'intero che avvenga mediante la cessione di tutte le unità immobiliari che lo compongono effettuata con un unico contratto;

  • a decorrere dal 1° settembre 2007 ed entro il 1° luglio 2010, nel caso di edifici di proprietà pubblica o adibiti ad uso pubblico, la cui superficie utile superi i 1000 m2;

  • per accedere agli incentivi ed alle agevolazioni di qualsiasi natura, sia come sgravi fiscali o contributi a carico di fondi pubblici o della generalità degli utenti, finalizzati al miglioramento delle prestazioni energetiche dell’edificio o degli impianti.

- dal 1° gennaio 2008:

  • contratti Servizio Energia e Servizio Energia, nuovi o rinnovati, relativi ad edifici pubblici o privati;

- dal 1° luglio 2009:

  • trasferimento a titolo oneroso delle singole unità immobiliari.

- dal 1° luglio 2010:

  • contratti di locazione, di locazione finanziaria e di affitto di azienda comprensivo di immobili, siano essi nuovi o rinnovati, riferiti a una o più unità immobiliari.

Nelle regioni sprovviste dei necessari decreti attuativi, ovvero in tutte ad esclusione della regione Lombardia e delle province autonome di Trento e Bolzano, l'attestato di certificazione energetica può essere sostituito da un documento transitorio: l'Attestato di qualificazione energetica.

A partire dal 1° gennaio 2007 l'attestato di certificazione o quello di qualificazione, sono necessari per accedere alle agevolazioni fiscali in tema di risparmio energetico.


 
 

Eventi e fiere

Link utili

F.A.Q. e Curiosità

Design downloaded from free website templates.